Apostoli – Tutto è Compiuto” è il frutto di una puntuale ricostruzione storica ottenuta grazie a un lavoro di documentazione quadriennale, un lungo viaggio in Terra Santa e un’intensa ricerca fisico-emozionale degli attori sui personaggi attraverso il “gioco” delle improvvisazioni. Un lungo viaggio esperienziale, a detta degli attori “un vero è proprio pellegrinaggio inteso come tempo stralciato dalla continuità del tessuto ordinario della propria vita per connettersi al sacro. E all’umano.

Nazareth, in arabo الناصرة‎, al-Nāsira e in ebraico נצרת, è un luogo magico e senza tempo. La piccola città, semplicemente araba, è un punto d’incontro tra est ed ovest, tra antico e moderno.
Nazareth è una città palestinese ma è abitata da un melting pot di etnie e religioni. Lo si percepisce dagli odori e dai profumi che ci avvolgono passeggiando per le strade ordinate e polverose.
Il poco afflusso di turisti in questo periodo dell’anno, ci permette di sostare più a lungo nella Grotta dell’Incarnazione, indicata dalla tradizione cristiana come il luogo della casa di Maria.
I taccuini si riaprono e le penne seguono il flusso degli impulsi, emozioni provocate dalla suggestione del luogo si abbandonano ad un pezzo di carta ma si tracciano indelebili nella memoria.
Nazareth è l’ultima tappa del nostro viaggio in Terra Santa, un “pellegrinaggio” inteso come tempo che l’individuo stralcia dalla continuità del tessuto ordinario della propria vita per connettersi al sacro. E all’UMANO.
Il progetto prende vita nel 2006 quando una compagnia d’attori inizia a lavorare su improvvisazioni ispirate a storie verosimili della vita quotidiana degli Apostoli. Attraverso il lavoro fisico dell’attore sulle emozioni prendono vita i gesti e gli umani sentimenti di 12 personaggi, naturalmente proiettati verso il divino, ma non per questo irraggiungibili o inaccessibili.

Debutto 10 giugno 2010

CAST

Fabio Omodei
Attore e Regista Teatrale, dal 2003 è Direttore Artistico del ROMATEATROFESTIVAL, Festival Internazionale che seleziona le migliori Accademie Teatrali Europee. Studia con Sofia Amendolea, Garinei, Mario Scaccia, Giovanni Antonucci, Francesco Anzalone, Patrizia Troiani, Cinzia Alitto, Carlo de Maio, Gabriele Villa, Carlo di Stefano. Firma la Regia ed interpreta Spettacoli Teatrali in scena al Teatro dell’Opera di Varsavia, Mosca, Londra, Dublino, Brnò, Praga (Festival Mondiale del Teatro di Praga, co-regia con Lina Bracaglia, per il quale riceve una lettera di Encomio dalPresidente della Repubblica Italiana). Ha esperienza Internazionale di insegnamento con Studenti dell’Accademia Teatrale di Varsavia, Scuola Teatrale di Cracovia, Università delloSpettacolo di Kiev, Università del Teatro e del Cinema di Budapest, Accademia Teatrale di Berlino. E’ Maestro d’Armi: Spada Medievale, Tiro con l’Arco, Lancio Coltelli, Sciabola.
Fonda la Compagnia Teatrale Legge 180 curando, tra gli altri, la Regia della Trilogia Teatrale “Confini di Luce”: Tutankhamen, Cristoforo Colombo, 1492, Giovanna D’Arco. Firma la Regia di “Emigranti” con Paolo Alessandri e Piotr Adamczyk, interprete di Papa Wojtyla nella Fiction di Canale 5 “Karol, un Uomo divenuto Papa).

Paolo Alessandri
Direttore Tecnico e cofondatore del ROMATEATROFESTIVAL,
Attore e Scenografo (Diplomato con Lode presso l’Accademia di Belle Arti di Roma). Si forma teatralmente presso il Gruppo di Ricerca (1989/1993), diretto da
Mario Casale (tra i fondatori del movimento Beat 72), con cui esplora i campi dell’introspezione e dell’espressione teatrale, nonché i registri della espressione
corporea e della sperimentazione. Nel 1994 fonda col regista ed autore Roberto Russo la Compagnia Teatrale PSICOREATTORI, vincitrice nel ‘98 del Festival Nazionale di Drammaturgia Emergente, ospite nel 99 della BIENNALE D’ARTE D’EUROPA E DEL MEDITERRANEO (Rapsofammigliah: nomination miglior attore protagonista) e nel 2002 della BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE DI PORTO ERCOLE (Gli Occhi di Lotte: monologo). Dal 2001 è attore e poi collaboratore di LEGGE 180, per cui interpreta gli spettacoli Cristoforo Colombo 1492, Giovanna d’Arco. Dal 2004 è insegnante del Corso Avanzato di Recitazione all’interno del progetto di educazione al teatro OFFICINA TEATRO XI, finanziato dal Comune di Roma, dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio, ed organizzato da Marte 2010. Nel 2007, con Piotr Adamczyk; è in scena con Emigranti, di Slawomir Mrozek.

Michele Albini
Attore. Lavora come casting e actor’s coach per una agenzia cinematografica di Roma. Ha studiato recitazione con Sofia Amendolea, Cinzia Alitto, Enzo Garinei e Francesco Anzalone. Inizia a lavorare a teatro nel 1990 nella commedia “Non ti pago” di E. Scarpetta e, tra gli spettacoli in cui ha lavorato, ricordiamo ”Grease”, “Cristoforo Colombo 1492”, “Macbeth”, “Giovanna d’Arco”. Per la televisione ha lavorato in “Carabinieri 3”, “Distretto di Polizia 4”, “Gente di mare”, “Nati ieri”, “Sottocasa” e “Don Matteo 6” e ha partecipato a “Candidamente” un mediometraggio musicale per la regia di R. Lancia.

Lina Bracaglia
Regista, Consulente Artistico del ROMATEATROFESTIVAL, Laureata con Lode in Scienze Umanistiche – Dipartimento Arti e Scienze dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Insegnante di Storia dello Spettacolo dal 2004, dal 2005 è docente di Recitazione all’interno di OFFICINA TEATRO XI, progetto multidisciplinare finanziato dal Comune di Roma, dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio. Dal 1997 affianca nella Regia Teatrale Massimiliano Bruno, Claudio Insegno, Pietro De Silva, Furio Andreotti, Cristiano D’Alisera, Mattia Torre; lavora in teatro con attori quali Valerio Mastandrea, Paola Cortellesi, Claudio Insegno, Claudio Santamaria, Riccardo Rossi, Stefano Masciarelli, Cinzia Leone, Paola Minaccioni. Come Regista riceve nel 2004, insieme a Fabio Omodei, la lettera di Encomio del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Carlo Azeglio Ciampi per l’opera “Divina Commedia, Inferno” spettacolo scelto per rappresentare l’Italia a Praga all’interno dell’Ottavo Festival Mondiale del Teatro di Figura (VIII WORLD FESTIVAL OF PUPPET ART) .

Monica Raponi
Costumista Teatrale e Cinematografica. Consulente Artistico del ROMATEATROFESTIVAL per il quale realizza ogni anno il ‘Premio Speciale Stile in Scena’. I Costumi di Monica Raponi sono esposti presso “Castel Sant’Angelo” in Roma per la “Festa del Cinema di Roma”; presenta ed espone i suoi costumi presso la “Galleria l’Agostiniana” di Roma, “Palazzo Borghese” a Morlupo, “Palazzo Chigi” , “Scuderie Estensi” a Tivoli, “Forte Sangallo” a Nettuno e “Case Grifoni” a Cerveteri. Fonda La Sartoria Teatrale Legge 180 in seno alla omonima Compagnia. I Suoi costumi sono stati selezionati per la Mostra “Vestire la Scena”, Mostra itinerante di costumi d’epoca, insieme alle più importanti Sartorie Teatrali e Cinematrografiche italiane. Disegna e confeziona i Costumi per Lo Spettacolo “Confini di Luce” , andato in scena al Teatro dell’Opera di Varsavia con la regia di Fabio Omodei. Firma e realizza costumi di ambientazione storica per gli Spettacoli Tutankhamen, Cristoforo Colombo 1492, Aladino, Giovanna D’Arco, Inferno (quest’ultimo rappresentato al’ VIII Festival Mondiale di Praga 2004, e patrocinato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il quale “esprime apprezzamento a Legge 180 per il valore artistico e culturale dell’opera”). Firma i Costumi di “Emigranti”, con Paolo Alessandri e P.Adamczyk, interprete di Papa Wojtyla nella Fiction di Canale 5 “Karol, un Uomo divenuto Papa).

Alessandro Rusignuolo
Ha frequentato il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro. Ha suonato in numerosi gruppi tra il 1985 e il 1988 (AVARIA, E.C.R., MONOS) e ha collaborato prima con Ettore De Carolis nell’elaborazione di un progetto per la RAI. Studia piano jazz con Riccardo Biseo e Stefano Sabatini. Alla fine degli anni ’80 suona con il gruppo SAMSON’S BAND con, tra gli altri, Giulio Testi e Paolo Botti. Negli anni ’90 fonda, insieme a Piero D’Andria, gli EXHIBITION OFFICE, che hanno visto la collaborazione di Pierpaolo Ferroni e del chitarrista americano David Dorkin. Sospende l’attività musicale che riprende nel 2004 con i CTMQ (The Crummy Three Men Quartet, con il poeta-musicista Christoph Baker) e gli ZERO ESTENSIONI NEURONALI, con Piero D’Andria e Danilo Butcovich, realizzando un album e un videoclip (Psiconauta) la cui regia è affidata a Salvatore Allocca. Con Danilo Butcovich fonda il duo SUMISALA. Come SUMISALA collabora con Massimo Nunzi, con il compositore svedese Nikodemus Enger, con la cantante lirica australiana Kathleen Procter-Moore, con il gruppo scozzese Laki Mera e con Riccardo Amorese degli AUTOMATOFONIC. Attualmente sta lavorando con il suo nuovo trio: TRIBUNALS. Ha composto le musiche dello spettacolo teatrale Apostoli insieme a Marco Berardi.

Marco Berardi
Fiero allievo di Vittorio Marino, ha svolto un’intensa attività di concerti dal vivo nell’ambito pop-rock dal 1983 al 1990 (Moondogs, Archeo, Harold Bradley, Inti-illimani, Banco del Mutuo Soccorso), spesso con il risvolto dell’impegno politico, che lo ha condotto a fondare associazioni culturali e occasioni di incontro tra le “garage-band” dell’Italia centrale. Un suo lavoro teatrale è del 1987, quando compone ed esegue le musiche per il Satyricon di Salvatore Santucci (Gabriele Lavia). Ha poi sospeso qualsiasi manifestazione pubblica, per dedicarsi integralmente ad un intenso studio da autodidatta. “Scoperto e adottato” da Alessandro Rusignuolo, torna ad un’attività di rinnovato impegno, per la composizione a due e l’orchestrazione, solo in questo spettacolo di Fabio Omodei.

GLI ALLIEVI DELL’ ACCADEMIA TEATRALE DI ROMA SOFIA AMENDOLEA:
Giulia Benatti, Pierluigi Bevilacqua, Sofia Bigazzi, Giulia Bolatti, Simone Boscarino, Andrea Cannucciari, Manuel Caputo, Antonia Chiatante, Mariangela Conte, Manuel Costantini, Giuseppe Decollanz, Leslie Esposito, Ambra Fontanesi, Ramona Genna, Flora Giannattasio, Ornella Lorenzano, Chiara Marchetti, Flavia Martino, Valentina Marturini, Andrea Onori, Vincenzo Paolicelli, Alessandro Piantini, Riccardo Sati, Martina Schiavone, Valentina Stillo, Silvia Torino, Stefano Vitantonio.

PRODUZIONE COMPAGNIA LE NUVOLE TEATRO


L’attività della Compagnia “Le Nuvole Teatro” diretta da Gianni Afola è il frutto di 15 anni di intenso lavoro che ha prodotto i seguenti progetti culturali:

Riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali dal 1999 a oggi, della Compagnia “Le Nuvole Teatro” come impresa di produzione teatrale, commedia musicale e operetta, d’innovazione nell’ambito della sperimentazione e del teatro dell’infanzia e della gioventù.